Oggi i funerali delle sorelle investite dal treno: "Erano molto amate”

Oggi i funerali delle sorelle investite dal treno:
Oggi i funerali delle sorelle investite dal treno: "Erano molto amate” (Foto Facebook)

Difficile chiarire alcuni punti oscuri che ancora aleggiano sulla morte delle due sorelle investite dal treno Frecciarossa, nel cuore della riviera romagnola. Non c'è pace per i genitori di Giulia e Alessia e il dolore resta incolmabile. Venerdì 5 agosto si terranno i funerali delle due ragazze, di 17 e 15 anni.

VIDEO - Riccione, investite da treno: morte 2 sorelle

A Castenaso, nel Bolognese, è la giornata del lutto. Alle 10.30 tutto il paese darà un ultimo saluto a Giulia e Alessia, le cui vite sono state tragicamente spezzate all'alba di domenica 31 luglio, quando un treno ad alta velocità le ha investite nella stazione di Riccione. Alessia avrebbe provato a salvare Giulia e per un attimo avrebbe cercato di tornare verso la banchina, ma ormai era troppo tardi. Le due sorelle erano inseparabili e condividevano tutto. La minore frequentava il liceo artistico, mente la maggiore era una studentessa della scuola di hair stylist.

LEGGI ANCHE: Sorelle investite dal treno: telefonata al padre pochi minuti prima della tragedia

Sarà un giorno di immenso dolore: a dirlo è il sindaco, che per la giornata di venerdì 5 agosto ha proclamato lutto cittadino. La famiglia ha chiesto che sia una cerimonia semplice ma aperta a tutti. In paese, infatti, Alessia e Giulia erano "conosciute e molto amate". Al termine dei funerali i due feretri saranno condotti a piedi verso il cimitero comunale.

La cerimonia inizia alle ore 10.30, ma dalle 8 è aperta la camera ardente presso la chiesa della Madonna del Buon Consiglio, a Castenaso. Al funerale sarà presente non solo il primo cittadino Carlo Gubellini e tutta l'amministrazione comunale, ma anche i rappresentanti della prefettura di Bologna, della Questura, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e della Città Metropolitana. Parteciperanno anche la Questura di Rimini e la sindaca di Riccione, dove è avvenuta la tragedia.

LEGGI ANCHE: Sorelle investite dal treno, la madre: "Ragazze responsabili, non me lo spiego"

"Adesso è il tempo del rispetto, del silenzio e del raccoglimento. Le troppe parole scombussolano solo, dicono la parziale verità di tutto e deve essere solo un momento di raccoglimento, affetto e tenerezza verso i giovani. Questo è l'unico atteggiamento che noi adulti dobbiamo avere e manifestare", ha detto il parroco del paese, don Giancarlo Leonardi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli