Oggi il Consiglio nazionale del Movimento 5 Stelle

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Questa mattina si è riunito il Consiglio nazionale del Movimento 5 stelle. I pentastellati sono stati convocati dal leader Giuseppe Conte e dovranno decidere una linea da mantenere sul governo. Sono tentati di ritirare i ministri e porre fine al loro sostegno all’esecutivo. A breve arriverà una decisione.

Oggi si riunisce il Consiglio nazionale del Movimento 5 Stelle

Nella giornata di oggi, sabato 16 luglio, si è riunito il Consiglio nazionale del Movimento 5 Stelle, per decidere una linea da tenere e seguire sul governo. Dopo lo strappo in Senato e le dimissioni del premier Mario Draghi, i pentastellati stanno valutando l’ipotesi di ritirare i ministri e porre fine al loro sostegno all’esecutivo. Questo, secondo gli altri partiti, porterebbe alle elezioni anticipate. Il Partito Democratico sta cercando di mediare, mentre Matteo Salvini e Silvio Berlusconi hanno scelto una linea più dura contro i grillini, che sono stati definiti “irresponsabili e inaffidabili“.

La crisi di governo e le mosse del M5s

La decisione di Giuseppe Conte di non votare la fiducia sul decreto Aiuti è stato un vero azzardo, ma rappresenta anche la conclusione più logica di un percorso che aveva già iniziato da tempo. La caduta del governo Draghi avverrà a nove mesi dalla fine della legislatura, nel marzo 2023. In base a quello che accadrà il prossimo mercoledì in Parlamento, però, le elezioni potrebbero tenersi prima del previsto. Se si dovesse votare oggi, il sondaggio politico di Bidimedia parla chiaro, svelando quello che potrebbe accadere. Il primo partito sarebbe Fratelli d’Italia, mentre il Partito Democratico resta ancorato. Il Movimento 5 Stelle e la Lega, invece, continuano a crollare. Sul tavolo della riunione dei pentastellati sembra esserci anche l’ipotesi di ritirare i ministri.Il presidente Conte non ha mai chiesto ai Ministri di dimettersi, qualora lo chiedesse ci dimetteremmo all’istante. Non siamo degli aspiranti Di Maio” ha dichiarato Stefano Patuanelli, ministro delle Politiche agricole.

M5s riflette sul voto degli iscritti per decidere sulla fiducia a Draghi

Nel Movimento 5 Stelle continuano a considerare l’ipotesi di una consultazione online su un’eventuale nuova votazione sulla fiducia al premier Mario Draghi, se dovesse accettare di sottoporsi ad una verifica in Parlamento. Fonti parlamentari spiegano che lo scenario di una consultazione online è “probabile” e confermano i contatti in corso con la piattaforma SkyVote. Intanto il Consiglio Nazionale del Movimento 5 Stelle va avanti, in attesa di una decisione dei pentastellati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli