Oggi torna in aula il processo per la tragedia di Rigopiano

Xab/San
·1 minuto per la lettura

Pescara , 18 set. (askanews) - Torna in aula oggi il maxi processo di Rigopiano a quasi otto mesi dall'ultima udienza per tentare di accertare le colpe legate alla tragedia nella quale persero la vita 29 persone ospiti dell'hotel di Farindola (Pescara) raso al suolo da una valanga il 18 gennaio del 2017. Una pausa lunga dovuta al Covid e ora, ancora all'udienza preliminare torna a celebrarsi in quattro aule del tribunale di Pescara, che ospiteranno 30 imputati, i difensori e oltre 150 parti civili con i rispettivi avvocati divisi da postazioni separate da un pannello in plexiglass, che impone la presenza di non più di due persone per ogni tavolo. Nell'aula magna del tribunale di Pescara, sempre nel tentativo di rispettare le regole anti covid, verranno invece ospitati i parenti delle vittime che hanno diritto di partecipare alle udienze. In più sono stati sistemati in tutte e cinque le aule dei maxi schermi installati nei giorni scorsi insieme con un impianto audio che permetterà di seguire, a tutti, simultaneamente quello che accade nelle aule. Ci sarà probabilmente oggi l'unificazione dei due filoni processuali che riguardano uno il disastro e l'altro il depistaggio con i due fascicoli che saranno all'attenzione del giudice delle indagini preliminari Gianluca Sarandrea. Si comincia alle 9:30.