Ognissanti: Confcommercio Lombardia, 'buone presenze ma pesano energia e inflazione'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 27 ott. (Adnkronos) – Per il ponte del 1 novembre la Lombardia beneficerà della voglia di spostarsi e di prendere un momento di pausa dalle attività quotidiane. Anche grazie al calendario e alle previsioni meteorologiche, in regione viene confermato il trend di Federalberghi nazionale, che stima in 11,8 milioni gli italiani in viaggio: il 96% resterà in Italia e quasi il 26% sceglierà come alloggio alberghi, residence e villaggi, per un giro d’affari complessivo previsto di 3,45 miliardi di euro.

In Lombardia buone presenze si registrano sui laghi, con un’occupazione media del 70% e punte dell’80% sul lago di Como. Bene anche la montagna, con Livigno dove gli alberghi saranno occupati mediamente intorno all’80%: "Dalla fine delle restrizioni Covid -spiega il vicepresidente vicario di Confcommercio Lombardia, Carlo Massoletti- il turismo lombardo è in ripresa, con i ponti della scorsa primavera e i grandi eventi che hanno trainato le presenze turistiche, anche dall’estero. E la voglia di Lombardia, sia dei lombardi sia di chi viene da fuori, è ora confermata. Uno spiraglio di luce, ma caro energia e inflazione preoccupano".

Riguardo la Lombardia, un’importante spinta al turismo viene dalle città, dove già dalla scorsa primavera anche le guide turistiche registrano un trend positivo: gli alberghi di Brescia città per il ponte del 1 novembre avranno stanze occupate tra il 70 e l’80% (+15-20% sul 2021), Bergamo beneficerà anche dell’arrivo di turisti stranieri, soprattutto dal nord Europa, mentre a Mantova le strutture ricettive hanno picchi di prenotazioni oltre il 90%.