'Oh partigiano, parlaci di Bibbiano', striscione Forza Nuova a Bologna

webinfo@adnkronos.com

Nella notte, esponenti di Forza Nuova hanno coperto con uno striscione il monumento ai partigiani situato a Porta Lame. Sul pezzo di stoffa è stata dipinta la scritta 'Oh partigiano, parlaci di Bibbiano'. L’Anpi provinciale di Bologna parla di "grave oltraggio alla memoria di chi si è battuto per la libertà e per l’intera città di Bologna, Medaglia d’oro della Resistenza".  

"Sono offesa e indignata - ha dichiarato la presidente dell’Anpi provinciale Anna Cocchi -, ognuno può esprimersi come ritiene più opportuno e decidere di occuparsi di politica con le modalità e i toni che meglio lo caratterizzano ma è bene lasciare i partigiani e quanto rappresentano e hanno rappresentato nella storia del nostro Paese fuori da bieche e meschine strumentalizzazioni, che niente hanno a che fare con il dibattito politico e democratico".  

Sull'episodio è intervenuto, attraverso un post pubblicato su Facebook, anche il segretario cittadino del Partito Democratico, Luigi Tosiani, che ha scritto: “E' un oltraggio alla nostra città, a Bologna, Medaglia d’oro per la Resistenza. Una provocazione infame e vergognosa che merita l’indignazione e la ferma risposta di tutta la nostra comunità”. Su Facebook condanna il gesto anche il parlamentare bolognese Andrea De Maria. "La provocazione compiuta a Porta Lame a Bologna - commenta - è gravissima. E' un insulto alla memoria di chi si è battuto e di chi è caduto per la libertà di tutti gli italiani, anche di quelli che hanno affisso lo striscione indegno". "Se ne dovranno fare una ragione - conclude - A Bologna, Medaglia d'oro della Resistenza, non c'è spazio per nessuna forma di rigurgito neofascista".