Ok definitivo della Camera al decreto di riordino dei ministeri

Bar

Roma, 18 nov. (askanews) - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva (senza modifiche rispetto al testo votato dal Senato) il disegno di legge di conversione del decreto di riordino dei ministeri. I voti favorevoli sono stati 285, i contrari 155.

Tra le modifiche legislative introdotte dalla nuova legge c'è lo spostamento del commercio estero dallo Sviluppo economico al ministero degli Esteri e il ritorno al ministero dei Beni culturali della competenza sul turismo. "L'approvazione del decreto legge ministeri riporta il turismo nella naturale collocazione del Ministero per i beni e le attività culturali - ha commentato il ministro Dario Franceschini (Pd) - e restituisce piena dignità a un settore cruciale per la crescita sostenibile del Paese. La valorizzazione del patrimonio culturale italiano e la promozione turistica nazionale e internazionale dei nostri territori tornano così a integrarsi in una visione complessiva capace di contribuire a uno sviluppo armonioso della comunità".