Ok Senato a decadenza Patriarca (Pd), subentra il leghista Corti

Luc

Roma, 31 lug. (askanews) - L'aula del Senato ha approvato la relazione della Giunta per le elezioni sulla elezione contestata in Emilia Romagna che prevede la decadenza del senatore del Pd Edoardo Patriarca e l'elezione, al suo posto, del leghista Stefano Corti.

La decisione in Giunta era stata presa dopo l'esame delle schede elettorali del collegio uninominale contestato che prevedeva la revisione delle schede bianche, di quelle dichiarate nulle e delle schede contestate. Sulla base della revisione effettuata è risultato che il candidato Corti ha recuperato 276 voti (43 bianche validate, 231 nulle validate e 2 contestate validate), mentre il senatore Patriarca ha recuperato 183 voti (16 bianche validate, 165 nulle validate e 2 contestate validate). Siccome sulla base dei dati di proclamazione degli Uffici elettorali competenti il senatore Patriarca era risultato eletto con uno scarto di 38 voti rispetto al candidato Corti, primo dei non eletti, alla luce della revisione delle schede risulterebbe quindi eletto, con una differenza di 55 voti, nel collegio uninominale numero 5 dell'Emilia Romagna il candidato Stefano Corti.