Olanda, almeno 61 positivi atterrano con un volo proveniente dal Sudafrica: possibile variante Omicron

·2 minuto per la lettura
covid
covid

In Olanda, le forze dell’ordine hanno individuato almeno 61 persone positive al coronavirus che sono atterrate ad Amsterdam con un volo proveniente dal Sudafrica.

Covid, Olanda: almeno 61 persone positive provenienti dal Sudafrica sono atterrate ad Amsterdam

In Olanda, le autorità competenti hanno riferito di aver isolato almeno 61 persone positive al Covid provenienti dal Sudafrica e recentemente giunte ad Amsterdam. A quanto si apprende, i soggetti positivi al SARS-CoV-2 viaggiavano a bordo di due differenti voli Klm decollati dal Sudafrica ed atterrati ad Amsterdam. Gli altri 531 passeggeri che si trovavano sugli stessi aerei, invece, sono risultati negativi al Covid.

I 61 positivi sono stati indirizzati presso un hotel situato nelle vicinanze dell’aeroporto di Schipol, dove resteranno in quarantena fino all’avvenuta guarigione. Intanto, le autorità stanno esaminando i campioni raccolti per stabilire se i soggetti abbiano contratto la nuova variante Omicron.

Covid, Olanda: almeno 61 persone positive provenienti dal Sudafrica ad Amsterdam: preoccupazione per la variante Omicron

Con la diffusione della notizia dei 61 soggetti positivi al Covid atterrati ad Amsterdam dal Sudafrica, la preoccupazione legata alla diffusione della variante Omicron in Europa diventa sempre più pressante.

Al momento, tra gli Stati membri dell’Unione Europea è stato riscontrato un unico caso di variante Omicron in Belgio ma il timore che la nuova mutazione possa diffondersi nel continente sta spingendo i Paesi europei ad adottare limitazioni nei confronti delle Nazioni dell’Africa meridionale maggiormente colpite dalla variante.

Nella giornata di venerdì 26 novembre, infatti, l’UE ha imposto lo stop ai voli provenienti da svariati Paesi dell’Africa Meridionale, a esclusione di quelli già decollati: caso nel quale rientrano i due aerei Klm che sono atterrati ad Amsterdam nelle ultime ore.

Covid, almeno 61 persone positive provenienti dal Sudafrica ad Amsterdam: l’andamento della pandemia in Olanda

Per quanto riguarda l’andamento della pandemia in Olanda, inoltre, la Nazione sta fronteggiando una nuova e potente ondata di contagi, emersa nel corso delle ultime settimane.

In questo contesto, nella giornata di venerdì 26 novembre, il Governo olandese aveva annunciato il rafforzamento del lockdown parziale che era già stato reintrodotto per arginare la diffusione del virus e contenere il picco dei contagi. Con il lockdown, è stata disposta la chiusura anticipata di negozi, bar e ristoranti. Una simile decisione si è resa indispensabile in considerazione degli oltre 21 mila casi di positività al virus e dei 59 decessi registrati soltanto venerdì 26 novembre.

A questo proposito, è intervenuto il premier Mark Rutte che, durante una conferenza stampa, ha dichiarato: “Da domenica 28 novembre, tutti i Paesi Bassi saranno effettivamente chiusi tra le 17:00 e le 05:00”.

Le nuove misure anti-Covid imposte in Olanda hanno generato malcontento tra la popolazione: decine di cittadini, infatti, sono scesi in piazza e si sono recati a L’Aia per protestare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli