Olanda: Rutte supera voto sfiducia, ma sua credibilità danneggiata

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

L'Aja, 2 apr. (Adnkronos) – Il primo ministro olandese ad interim Mark Rutte è sopravvissuto ad una mozione di sfiducia, ma la sua credibilità appare gravemente danneggiata. Il parlamento ha infatti approvato una mozione di censura nei suoi confronti per aver mentito sulle sue dichiarazioni durante i negoziati per la formazione del nuovo governo.

Premier dal 2010, soprannominato "teflon" per l'abilità di farsi scivolare addosso gli scandali, Rutte era certo di poter guidare il prossimo governo, dopo che il suo partito liberal conservatore Vvd era arrivato primo alle elezioni del 17 marzo. Ma ora la sua posizione personale appare meno salda di prima. La mia fiducia nei suoi confronti è stata "intaccata", "la distanza fra noi si è ampliata", ha commentato Sigrid Kaag, leader dei liberali europeisti D66, secondo partito olandese e partner di governo di Rutte, citata dai media olandesi.

La bufera nasce attorno a Pieter Omtzigt, deputato del partito cristiano democratico CdA al governo. Era stato lui a scoperchiare lo scandalo delle richieste di restituzione di sussidi, che avevano gettato sul lastrico famiglie disagiate accusate ingiustamente di false dichiarazioni. Rutte si era dimesso a gennaio, tenendo l'interim dato che le elezioni erano prossime.