Oleg Sentsov, dal cinema al fronte

La guerra in Ucraina ha portato morte e distruzione e sconvolto milioni di vite. Il regista di fama internazionale Oleg Sentsov è una di queste vite. In precedenza ha trascorso diversi anni in una prigione russa. Ora si è unito alla resistenza.

"Mi sono riposato un po' in una prigione russa. Dopo essere tornato al cinema ora sono nell'esercito. Non so cosa farò tra 10 anni perché ho cambiato la mia vita molte volte".

L'anno scorso Sentsov ha presentato il suo film di gangster Rhino al festival del cinema di Venezia. È un regista che è sempre stato politicamente consapevole: "La Russia vuole riprendersi la sua vecchia colonia dell'Ucraina, ma l'Ucraina non è una colonia. L'Ucraina è un paese indipendente. È una nazione coraggiosa che combatterà contro qualsiasi aggressore".

Sentsov ha trasferito la sua famiglia al sicuro a Leopoli, nell'ovest del paese. L'Ucraina prevarrà, dice, perché la lotta è per l'esistenza del paese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli