Olesya Rostova non è figlia di Valentina Kharyova: speranze accese per Piera Maggio

·1 minuto per la lettura
Olesya Rostova test dna
Olesya Rostova test dna

È arrivato l’esito del primo test del DNA a cui è stata sottoposta Olesya Rostova, la ragazza sospettata di essere Denise Pipitone: la genetica non è compatibile con quella di Valentina Kharyova, la donna russa che aveva reclamato per prima la maternità.

Olesya Rostova: il primo test del DNA 

Una delle piste battute inizialmente era che la giovane potesse essere stata rapita da un villaggio del distretto di Kargopol, una zona in cui nel 2015 a Valentina era stata sottratta la figlia. Di qui sono subito scattate le analisi del caso per capire se tra le due donne potesse esserci un legame, ma l’esame del DNA ha escluso la relazione tra Olesya e quella che poteva essere la sua possibile madre.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Denise Pipitone, dalla Russia una nuova speranza

Ad annunciare l’esito negativo del test è stato Anatoly Supakov, residente anche lui a Kargopol e parente della presunta madre. “Ci sbagliavamo, eppure è così simile ai componenti di quella famiglia. Tutti abbiamo sperato, ma ora è come se una parte dell’anima ci fosse stata tolta di nuovo”, ha raccontato.

Scartata la pista russa si riaccendono le speranze per Piera Maggio, la madre della bimba che nel 2004 venne rapita da Mazara Del Vallo. Il suo legale ha affermato di essere in contatto con i funzionari dell’Ambasciata italiana in Russia e in attesa di capire se il gruppo sanguigno può combaciare.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Chi l'ha visto, è successo dopo il video. Avvocato della madre di Denise Pipitone: 'Aspettiamo DNA'