Olimpiadi 2022 in Cina, Pelosi chiede “boicottaggio diplomatico”

·1 minuto per la lettura
featured 1339985
featured 1339985

Washington, 19 mag. (askanews) – La presidente della Camera Usa Nancy Pelosi, ha chiesto un “boicottaggio diplomatico” delle Olimpiadi invernali del 2022 in Cina, come reazione alle violazioni dei diritti umani da parte di Pechino. “Non possiamo andare avanti come se fosse normale che le Olimpiadi si facciano in Cina”, ha detto Pelosi alla Commissione per i diritti umani del Congresso e alla Commissione esecutiva del Congresso durante un’audizione.

Secondo Pelosi gli atleti potrebbero partecipare ai giochi, ma i capi di stato e di governo non dovrebbero presenziare. “Se non ci esprimiamo contro le violazioni dei diritti umani in Cina per ragioni commerciali, perdiamo ogni autorità morale per parlare a favore dei diritti umani, ovunque” ha detto la speaker della camera.

Pronta e dura la reazione di Pechino. La Cina ha definito “menzogne e disinformazione” le accuse di violazione dei diritti umani dei musulmani nello Xinjiang.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli