Olimpiadi 2026, Rossi: da Lombardia nessun ritardo a statuto Giochi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 giu. (askanews) - "Regione Lombardia non è causa di alcun ritardo e sino a oggi si è attenuta alla tempistica dettata dal ministero delle Infrastrutture, oltre che dal Dipartimento per il Coordinamento amministrativo". Lo ha sottolineato Antonio Rossi, sottosegretario alla presidenza della giunta Lombarda con delega a Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi, in risposta alla mozione presentata al Pirellone dal Partito Democratico che ha chiesto l'impegno della giunta a deliberare l'approvazione dello statuto della Società Infrastrutture Milano-Cortina 2020-2026.

Rossi ha spiegato che "per poter procedere all'approvazione dello schema di statuto è necessaria la versione definitiva dello stesso, che stiamo aspettando dal Ministero". Quindi, ripercorrendo le ultime tappe dell'iter, l'oro olimpico ha ricordato: "Attendiamo che il Ministero ci invii la versione finale del testo, così da approvarlo alla prima seduta utile di Giunta e formalizzare, quindi, l'atto finale dell'intesa".

Rossi ha poi annunciato che "per settimana prossima è previsto un incontro tra il Presidente Fontana, tutti gli altri soci fondatori e il Ministro Giovannini che sono sicuro accelererà ulteriormente la nascita della Società Infrastrutture Milano Cortina 2020-2026".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli