Olimpiadi 2026, Sari Essayah a capo commissione coordinamento Cio

Mlo

Milano, 18 nov. (askanews) - La finlandese Sari Essayah presiederà la commissione di coordinamento del Comitato olimpico per i giochi invernali 2026 Milano-Cortina. Il Cio ha infatti annunciato i membri della commissione che supporterà l'organizzazione dei giochi, "un gruppo equilibrato tra presenze femminili e maschili" si sottolinea in una nota, composto da altri membri del Cio che non fanno parte del Comitato esecutivo, nonché da rappresentanti degli atleti, delle Federazioni internazionali, dei Comitati olimpici nazionali e del Comitato paralimpico internazionale.

Marciatrice alle Olimpiadi di Barcellona del 1992 e di Atlanta nel 1996, Essayah, 52 anni, è stata atleta dell'anno in Finlandia nel 1993 e nel 1994 ed è stata eletta come membro del Cio nel 2016. "E' un piacere e un privilegio poter lavorare con un gruppo di persone così talentuose - ha commentato la neo-presidente della Commissione Sari Essayah - Non vediamo l'ora di mettere a disposizione la nostra esperienza per aiutare gli organizzatori dei Giochi olimpici invernali di Milano Cortina 2026 a raggiungere i loro obiettivi di sviluppo sostenibile e di una società più attiva. Sappiamo che c'è grande sostegno da parte della popolazione italiana, e questa energia ci motiverà tutti".

La prima visita della Commissione di coordinamento sui luoghi dei giochi olimpici 2026 è prevista per il secondo semestre del 2020. Nel frattempo, il Cio organizzerà un incontro iniziale con gli organizzatori di Milano Cortina 2026 il 10 e 11 dicembre prossimi, in modo da preparare il terreno per una stretta collaborazione tra il Cio e il comitato organizzatore nei prossimi sette anni.

"Il progetto di Milano Cortina è totalmente allineato con l'Agenda olimpica 2020, con la sua visione efficiente dal punto di vista dei costi grazie all'utilizzo di strutture e competenze esistenti - ha detto il presidente del Cio, Thomas Bach - Questa commissione di coordinamento, sotto la guida di Sari Essayah, possiede la necessaria combinazione di conoscenze e competenze per collaborare con gli organizzatori locali per liberare tutto il potenziale di questo progetto. Lavoreranno fianco a fianco per un'esperienza indimenticabile per atleti e tifosi, e un'eredità indelebile per gli ospiti".