Olimpiadi 2026, Zaia: non rischiamo di perderle

Fdm

Venezia, 20 ago. (askanews) - "Non rischiamo di perdere le Olimpiadi. E non solo perchè l'alternativa è darle alla Svezia, che si è presentata a Losanna dicendo che non avrebbe firmato nessuna garanzia, mentre noi abbiamo sottoscritto i contratti 15 minuti dopo l'assegnazione". Lo ha dichiarato, oggi a Venezia, il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano di commentare le indiscrezioni in base alle quali ci sarebbe il rischio per l'Italia di perdere le Olimpiadi del 2026 a causa degli ultimi sviluppi riguardanti la riforma dello Sport. "Non entro nel merito della discussione, ma so che si parla di una legge delega e non di un decreto legge e quindi il Parlamento sarà coinvolto nella partita - ha aggiunto Zaia -. So che si terra' conto della Legge olimpica e sicuramente verra' trovato il sistema per mettersi in linea: mi risulta che non ci sia la volontà di mettersi contro il Cio. Sarebbe grave, ma non e' così" ha sottolineato Zaia. In merito agli sviluppi della macchina organizzativa, il governatore veneto ha aggiunto: "Abbiamo definito il profilo che dovrà avere il manager chiamato a gestire le Olimpiadi e abbiamo dato incarico agli advisor di dirci i pro e i contro della soluzione Fondazione e di quella Spa. Per il 27 - ha concluso -, e' prevista una riunione in videoconferenza. Poi il Cio sara' il 16 e il 17 a Milano e successivamente a Venezia. Siamo dunque in fase operativa: le fronde non si muovono, ma la selvaggina c'e'".