Olimpiadi, Magoni: ha vinto lo sport contro capriccio governo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 26 gen. (askanews) - "Ha vinto l'autonomia dello sport, il nostro tricolore è salvo. Per il capriccio di un governo incapace, si stava rischiando di cancellare il sogno di ogni atleta, vale a dire partecipare alle Olimpiadi. Il Coni è il Coni e da sempre per noi atleti rappresenta con i suoi cerchi olimpici il mondo, lo spirito e i valori dello sport italiano". Lo ha sottolineato in una nota Lara Magoni, assessore in Lombardia, delegata del Coni ed ex campionessa di sci, che ha commentato così l'approvazione del decreto legge per l'autonomia del Coni varato in mattinata dal governo.

"Sarebbe stato assurdo e folle che per colpa di chi non sa neanche cosa sia lo sport avremmo rischiato di non rappresentare l'Italia alle Olimpiadi di Tokyo", ha aggiunto.

L'assessore della Lombardia ha raccontato di aver "chiamato il presidente del Coni Malagò per complimentarmi e ribadire che questa è la vittoria di tutti gli atleti, dai più giovani delle piccole federazioni sino a giungere agli agonisti e ai campioni: la vittoria di tutti coloro che hanno il sogno olimpico nel cuore. Un successo ancora più significativo, in vista delle Olimpiadi del 2026 Milano-Cortina, dove tanti nostri 'piccoli campioni' potranno esserne protagonisti", ha concluso.