Olimpiadi, nessun impatto da raccomandazione Usa di non viaggiare in Giappone - ministro

·1 minuto per la lettura
Logo di Tokyo 2020

di Elaine Lies e Sakura Murakami

TOKYO (Reuters) - La raccomandazione degli Stati Uniti di evitare viaggi in Giappone non comprometterà i Giochi -- previsti tra due mesi -- e il sostegno degli Usa verso le Olimpiadi resta immutato, secondo alcuni funzionari giapponesi.

La raccomandazione del Dipartimento di Stato Usa di "Non viaggiare" che riguarda il Giappone non fa menzione dei Giochi olimpici nello specifico, ma sconsiglia di recarsi al momento nel Paese.

"Al momento non riscontriamo alcun particolare impatto", ha detto Tamayo Marukawa, ministro delle Olimpiadi, nel corso di una conferenza stampa. Marukawa ha fatto presente che la raccomandazione non vieta i viaggi essenziali e il Comitato olimpico e paralimpico Usa aveva affermato in precedenza che pratiche pianificate di mitigazione avrebbero consentito la partecipazione degli atleti del team statunitense.

Alcuni funzionari giapponesi e olimpici hanno assicurato che i Giochi proseguiranno secondo i piani il 23 luglio, dopo essere stati rinviati nel 2020, sebbene da alcuni sondaggi emerga che gran parte dei cittadini giapponesi vorrebbe che venissero annullati o rimandati a causa dei timori relativi al coronavirus.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli