Olimpiadi: Spigarelli (ct Tiro con l'Arco), 'c'è caldo e umidità ma potrebbe essere fattore positivo'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Tokyo, 20 lug. (Adnkronos) – Oggi giornata molto importante per gli azzurri Mauro Nespoli, Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Chiara Rebagliati che, seguiti dai coach Matteo Bisiani e Natalia Valeeva, hanno potuto sondare allo Yumenoshima Park Archery Field di Tokyo il campo di gara dove – con gli spalti purtroppo vuoti – si disputeranno le fasi eliminatorie e le finali individuali e a squadre. A descrivere l'atmosfera che gli azzurri stanno respirando tra il campo di gara e Villaggio Olimpico è il Coordinatore Tecnico Sante Spigarelli che, prima da atleta (Monaco '72, Montreal '76 e Mosca '80) e poi da Ct e da dirigente, di Giochi Olimpici ne ha vissuti di persona ben 12 edizioni.

"Nonostante le difficoltà dovute al Covid-19 è tutto molto ben organizzato. Sicuramente il campo di gara è cambiato tanto rispetto alla pre-olimpica che abbiamo disputato nel 2019: i cambiamenti riguardano sia lo 'sfondo' del luogo, visto che quando eravamo venuti non c'erano le tribune, sia il clima, considerando che due anni fa abbiamo gareggiato con freddo e pioggia, mentre in questi giorni fa caldo e c'è molta umidità, ma questo per noi potrebbe essere un fattore positivo perché siamo abituati a questo tipo di meteo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli