Olimpiadi Tokyo potrebbero essere cancellate per covid - segretario generale PLD

di Sam Nussey e Chang-Ran Kim
·1 minuto per la lettura
Toshihiro Nikai, segretario generale del Partito Liberal Democratico giapponese

di Sam Nussey e Chang-Ran Kim

TOKYO (Reuters) - Esiste ancora l'opzione di cancellare i giochi olimpici di Tokyo di quest'anno se la crisi del coronavirus dovesse diventare troppo disperata, mentre si abbatte sul Giappone una quarta ondata di contagi a meno di 100 giorni dall'inizio dei Giochi.

È quanto affermato da Toshihiro Nikai, segretario generale del Partito Liberal Democratico giapponese.

"Se ospitare i Giochi non dovesse più apparire possibile, sarà necessario uno stop, senza dubbio", ha detto Nikai rilasciando un commento all'emittente Tbs.

La cancellazione è "chiaramente" un'opzione, ha detto Nikai. "Se le Olimpiadi dovessero diffondere il contagio, a cosa servono?", ha aggiunto.

Tra i principali sostenitori del primo ministro Yoshihide Suga, Nikai, pezzo grosso del partito, è noto per i suoi commenti schietti, che giungono mentre molti colleghi del partito hanno evitato di parlare del delicato argomento di una possibile cancellazione.

Il più grande evento sportivo al mondo è già stato rinviato di un anno e si terrà senza pubblico internazionale.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)