Olimpiadi: Vitali (basket), ‘dalla Serbia al matrimonio fino a Tokyo, 10 giorni pieni di emozioni’

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Tokyo, 21 lug. (Adnkronos) – (dall'inviato Emanuele Rizzi) – “Mi sono sposato prima di andare in ritiro con la Nazionale. Gli ultimi 10 giorni sono stati pieni di emozioni. Siamo tornati da Belgrado e domenica 11 luglio mi sono sposato, e poi il lunedì sono ripartito per il ritiro per poi venire a Tokyo. Mia moglie come l’ha presa? Era al corrente…, adesso divorzio…Lei felicissima per me. Il viaggio di nozze lo faremo. Vedremo quando e dove al mio ritorno in Italia. Dipende dal covid e da quando inizierà il prossimo campionato”. E’ il racconto della guardia azzurra Michele Vitali, dal Villaggio Olimpico di Tokyo all’Adnkronos, di questi ultimi dieci giorni, per lui piene di emozioni, dal matrimonio con Carlotta alla qualificazione alle Olimpiadi, fino all’arrivo a Tokyo.

L’azzurro ha poi raccontato le sensazioni che lui e la squadra azzurra di basket stanno vivendo nel Villaggio di Tokyo 2020. “La vita al villaggio è pazzesca, le giornate volano troppo veloci, è una sensazione unica, una cosa fuori di testa. È veramente incredibile, ti trovi chiunque di fianco in mensa o in sala pesi. Siamo qua da poco e al Villaggio ci sono 11mila atleti e 70mila persone, incredibile. Le restrizioni sono le solite, mascherina e guanti in mensa, tamponi tutte le mattine, del resto siamo in bolla”, ha raccontato la guardia azzurra dal Villaggio Olimpico.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli