Oltre 200 famiglie alla “Festa” organizzata da Grande Impero

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 giu. (askanews) - Una domenica di grande ritrovo e all'insegna della condivisione dei valori cardine: rispetto, trasparenza, consapevolezza, la cura di sé stessi e degli altri soprattutto attraverso l'inclusione. E' questa la mission di un'azienda fondata sulla tradizione artigianale ma con un'attenzione alla produzione ed una visione sempre più tecnologica ed imprenditoriale. Grande Impero ha organizzato la quarta edizione della Festa della Famiglia: un vero e proprio happening presso le Scuderie di Sant'Eusebio. Oltre 200 nuclei familiari, per un totale di 300 adulti e oltre 80 bambini, hanno dato vita ad una grande tavolata. Il "pane" che dal punto di vista religioso ha una forte valenza, per tutti i popoli del mondo, nella quotidianità della vita, ha intrinseco il valore della passione e della fatica ed è per questo che viene da sempre onorato e rispettato.

"Quest'anno la Festa della Famiglia per noi ha rappresentato non solo un momento di condivisione, ma anche di riflessione dedicato all'inclusione, un valore che è alla base della vita, dell'umanità e del pianeta stesso", dichiara Antonella Rizzato, Amministratore Delegato di Grande Impero, che prosegue: "Tra i nostri lavoratori vantiamo 23 diverse etnie, che coprono tutti i 5 continenti, grazie alla collaborazione con l'Istituto Salesiani che ha favorito il progetto di inclusione. Ogni giorno con profondo orgoglio vediamo realizzare i sogni dei nostri ragazzi, che grazie al lavoro hanno ritrovato piena dignità".

Alla Festa della Famiglia erano presenti tutti, dipendenti e collaboratori esterni, circondati dalle loro famiglie, che rendono l'idea della multietnicità di questa azienda e della centralità dei progetti di inclusione in cui Grande Impero è fortemente coinvolta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli