Oltre 200 persone truffate dopo aver fatto acquisti sul sito Andreacarcassi: i dettagli

·1 minuto per la lettura
Black Friday truffa
Black Friday truffa

Oltre 200 persone raggirate per un totale di circa 800mila euro sottratti. Questo è il bilancio della truffa avvenuta ai danni dei molti cittadini che, durante il periodo del Black Friday, hanno approfittato degli sconti per acquistare prodotti tecnologici quali ad esempio Macbook e Iphone. La sorpresa tuttavia è stata amara. La merce non è mai arrivata a destinazione e con essa nemmeno il rimborso.

Black Friday truffa, l’avvocato Dodi: “Andrea Carcassi risulta residente alla Caritas”

Nel frattempo l’avvocato Silvia Dodi, riporta Fanpage.it, ha fatto sapere che l’azienda non esiste fisicamente, mentre lo stesso Carcassi risiede alla Caritas: “Andrea Carcassi risulta residente alla Caritas e la sua azienda non esiste fisicamente, la sua sede logistica è in un liceo scientifico a Roma e la sede legale della società è in un edificio diroccato”.

Black Friday truffa, la nota di Federconsumatori Parma

Intanto Federconsumatori Parma, attraverso un approfondimento pubblicato sul suo sito istituzionale in data 23 dicembre 2021 ha evidenziato come il portale “Andreacarcassi”, durante il suo periodo di attività abbia beneficiato delle recensioni pubblicate su Trustpilot, molte delle quali evidentemente studiate ad hoc senza dimenticare il “comportamento puntuale ed apparentemente corretto de venditore che, non si sa esattamente come, riusciva a vendere prodotti appena usciti sul mercato a prezzi incredibilmente ribassati, fino a che, raggiunto un livello di elevata affidabilità, proprio in occasione del Black Friday ha sorpreso tutti, incassando il prezzo dei numerosi ordini senza più consegnare la merce e rendendosi irreperibile”.

Black Friday truffa, le reazioni degli utenti

Proprio a proposito di Trustpilot, non si contano le recensioni degli utenti evidentemente infuriati per la situazione scomoda nella quale si sono ritrovati. “Prima di ordinare ho fatto verifiche qui e in rete, gli ho scritto e mi ha stupito la grande disponibilità dimostrata.. poi come tutti raccontano il silenzio più completo e solo mail con promesse vaghe”, ha scritto un utente.

“Dopo quasi un mese dall’ordine sono stato rimborsato, ma solo perchè, per fortuna, avevo acquistato tramite Paypal”. ; “Sparito tutto,pure i soldi?!”, hanno scritto altri utenti ancora.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli