Oltre 40 mila Sardine riempiono Piazza 8 Agosto a Bologna -3-

Pat

Bologna, 19 gen. (askanews) - "Non siamo un partito politico, non andiamo a parlare con un governo o con Conte in quanto gruppo di pressione speciale - ha proseguito Santori - ma in quanto persone che hanno vissuto un'esperienza che ha dell'incredibile soprattutto in un'epoca in cui sembrava che tutto fosse destinato a rimanere carta morta sui social, messaggi, slogan o propaganda. Siamo qui per dire che un'alternativa c'è, che da piccola piazza si può arrivare a una grande piazza e si può addirittura a cambiare il risultato di un'elezione".

"La nostra speranza - ha concluso il leader delle Sardine - è che queste piazze si traducano in una partecipazione anche elettorale, a una presa di coscienza, perché siamo a un punto di svolta e si capirà se saremo destinati altri decenni di sovranismo e squadrismo digitale o se possiamo aprire a una nuova epoca di democrazia partecipata, di relazioni, di tornare alla persona. C'è tanto da fare a destra sinistra e centro. Ma credo che sarebbe un ottimo segnale di speranza tante persone anche non dell'Emilia-Romagna".