Oltre 50 persone rapite in un raid: tra queste anche donne e bambini

raid nigeria

Nel villaggio di Wurma, nel nord-est Nigeria, un centinaio di criminali armati hanno compiuto un raid ai danni della popolazione. Secondo quanto riportano le testate nazionali, inoltre, sarebbero oltre 50 le persone rapite: tra queste ci sarebbero anche alcune donne, neonati e bambini. Il raid è avvenuto martedì 27 agosto in serata. La polizia aveva inizialmente confermato il rapimento di 15 persone, ma (seguendo alcune testimonianze degli abitanti della zona) erano salite a 53.

Raid, oltre 50 persone rapite

Nella serata di martedì 27 agosto un centinaia di criminali armati ha architettato un raid nel villaggio di Wurma, in Nigeria. Secondo alcuni testimoni, inoltre, i malviventi avrebbero fatto irruzione a Wurma sparando “da ogni angolazione”. Oltre 50 persone sono state rapite nel raid, nonostante in un primo momento si parlasse soltanto di 15. In particolare, le famiglie coinvolte, sempre secondo gli abitanti del villaggio, avrebbero ricevuto richieste di riscatto. Tuttavia, le forze dell’ordine nigeriano hanno chiarito che “abbiamo mobilitato i nostri uomini nella foresta circostante il villaggio alla ricerca degli altri rapiti”. Dopo uno scontro a fuoco con i criminali, la polizia è riuscita a ottenere il rilascio di dieci donne. La situazione, comunque, è costantemente monitorata.

I rapimenti

I criminali avrebbero rapito e poi rilasciato un uomo: le sue testimonianze sono state preziose per le forze dell’ordine. La vittima, infatti, avrebbe raccontato che i sequestrati sarebbero stati oltre 50. Inoltre, nel raid, i criminali avrebbero sequestrato anche il bestiame e i viveri: pecore, capre e cibo nel dettaglio. Poi sarebbero fuggiti con il bottino.