Oltre cento foto della pornostar e dell’artista risalenti all’epoca della loro relazione matrimoniale

·1 minuto per la lettura
Uno degli scatti messi all'asta a Dubai
Uno degli scatti messi all'asta a Dubai

Nella suite di un albergo di Dubai si terrà l’asta segreta degli oltre cento scatti erotici di Cicciolina e Jeff Koons risalenti all’epoca del loro matrimonio. L’asta promette di fruttare cifre ragguardevoli, anche a contare che quegli scatti verranno convertiti in NTF, non fungible token, in pratica criptovaluta in immagini.

GUARDA ANCHE - Cicciolina ha problemi economici: 'Non mi fanno lavorare'

 

Cicciolina e Jeff Koons, l’attesissima asta sugli scatti erotici di quando erano sposati

Il miglior offerente se li aggiudicherà per cifre che gli esperti stimano che possano arrivare a milioni di dollari, a contare l’iconicità di Ilona Staller e la bizzarria delle opere battute. E non è un caso che i media specializzati hanno spiegato come all’asta di Dubai starebbero per partecipare collezionisti di alto livello, una sorta di élite dei più ricchi e stravaganti in quanto a plafond di scelta. 

Scatti erotici di Cicciolina e Jeff Koons, i token che valgono una fortuna

Insomma, stiamo parlando, piaccia o meno, di un vero evento. L’universo composito degli NFT ha conquistato gli Emirati Arabi con eventi internazionali e transazioni a molti zeri, come dimostra la vendita di alcuni token del cantante del gruppo heavy metal Ramnsteinn Till Lindermann che, imitando Cicciolina, ne aveva venduti alcuni elaborati all’Hermitage di San Pietroburgo

Il furto, la controversia con Sotheby’s ed ora l’asta sugli scatti erotici di Cicciolina e Jeff Koons

Gli scatti sono quelli rimasti a Koons dopo che le opere erano state rubate e che erano anche diventate oggetto di controversia fra la Staller e Sotheby’s di Londra per un presunto utilizzo non autorizzato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli