Oltre la pandemia: boom di viaggi e spettacoli prenotati per fine 2021, inizio 2022

Ilaria Betti
·.
·2 minuto per la lettura
(Photo: Italianway)
(Photo: Italianway)

Prenotare con molti mesi di anticipo un viaggio o un concerto, proiettandosi oltre il buio della pandemia: è questo il trend in atto tra i viaggiatori più incalliti e i nostalgici degli spettacoli dal vivo. Impazienti di riappropriarsi della propria fetta di libertà, sempre più persone prenotano biglietti per la fine del 2021, inizio del 2022, ovvero per quando - si spera - la tempesta sarà passata. Accade nel mondo degli spettacoli: operatori e produttori del settore confermano ad HuffPost di aver già guadagnato spettatori per gli eventi programmati a novembre. Secondo Assomusica, si tratta nella stragrande maggioranza dei casi, di tour e concerti che dal 2020 sono stati posticipati al 2021/2022, ma a cui molti non sono disposti a rinunciare. La tendenza a “guardare oltre” è confermata anche da chi lavora nel comparto turistico, come Marco Celani, ad di Italianway, primo operatore sul mercato italiano degli affitti brevi per numero di destinazioni coperte (130) e case contrattualizzate (oltre 1700): “C’è già chi ha prenotato per ottobre, novembre prossimi a Lampedusa - aggiunge l’ad -. Ci sono americani che hanno prenotato per venire da noi in Italia per Natale 2021. La voglia di tornare a viaggiare c’è ed è forte”.

“C’è voglia di libertà, voglia di guardare oltre la quarantena e i lockdown locali. La gente vuole tornare a viaggiare, anche se questo significa prenotare per la fine del 2021, 2022”, aggiunge Celani. A dimostrarlo sono i dati delle visite sul sito: secondo un’analisi interna, nelle ultime settimane c’è stato un aumento del traffico del +30% rispetto a dicembre dello scorso anno, tutti utenti che hanno sognato sfogliando le case in cui soggiornare a partire dall’autunno.

La stessa tendenza a prenotare viaggi in largo anticipo è stata osservata dal Guardian ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.