Oltre le bottiglie (di plastica): se la Pepsi è fatta in casa

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 13 apr. (askanews) - Dopo essere stata comprata, ormai tre anni fa, da PepsiCo, ora SodaStream, produttore di gasatori domestici, lancia sul mercato la produzione casalinga delle bevande della casa madre. Dopo il debutto in Norvegia, Svezia, Germania e Francia, infatti, arriva in Italia il concentrato per preparare in casa le sei bevande del gruppo americano utilizzando l'acqua gassata attraverso gli apparecchi SodaStream.

Questa novità in termini di referenze è, in realtà, un tassello della strategia di PepsiCo, evidente fin dall'acquisizione di SodaStream: quello di andare incontro a una richiesta sempre più forte del mercato di ridurre l'utilizzo delle bottiglie di plastica. Come confermano le stesse parole di Jim Andrew, executive vice president, Sodastream, Beyond the Bottle e New Ventures per Pepsico: "Insieme a Sodastream, stiamo lavorando per portare avanti il nostro obiettivo comune di ridurre gli sprechi di plastica e costruire un futuro più sostenibile, e questo rappresenta solo un altro passo in questo viaggio verso un Pianeta migliore". "Il lancio dei gusti iconici PepsiCo è molto importante per SodaStream - ha aggiunto Eyal Shohat, ceo di Sodastream - ed è in linea con la sua missione di proporre ai consumatori le migliori bevande disponibili nel rispetto del nostro pianeta".

A rendere tutto questo più competitivo una politica di prezzo aggressiva che rende economicamente più vantaggiosa la preparazione fai da te di queste bevande. I prodotti saranno disponibili nella grande distribuzione come nei canali dell'elettronica di consumo, dove di fatto il marchio a stelle e strisce entra per la prima volta.