Oltre mille sardine a Savona: piazza del Brandale è contro Salvini

sardine-salvini-savona

Continuano gli appuntamenti del popolo delle sardine, che nella giornata del 4 dicembre si è radunato a Savona, nella storica piazza del Brandale per protestare contro Matteo Salvini. Circa un migliaio di persone (anche se gli organizzatori parlano di 1.500 partecipanti) si sono infatti raccolti nella città ligure governata dal centrodestra per prendere le distanze dalle posizioni politiche del leader della Lega, così come in molte altre metropoli era avvenuto nei giorni precedenti.

Mille sardine a Savona contro Salvini

Come evidenziato anche nel comunicato apparso sui social, la spinta comune che unisce i partecipanti del popolo delle sardine va a risiedere nella lotta ai populismi che da tempo spadroneggiano nella politica italiana: “È arrivato il momento di cambiare l’inerzia della retorica populista, di dimostrare che i numeri contano più della prepotenza, che la testa viene prima della pancia, che le persone contano più degli account social e soprattutto è arrivato il momento di dimostrare che Savona c’è”.

Gli organizzatori ci tengono comunque a sottolineare la precisa volontà di non schierarsi con nessuna bandiera di partito, evitando così di rimanere coinvolti in sterili polemiche politiche: “A Savona è giunto il momento di alzare la testa, in maniera pacifica, nessun colore politico, nessuno slogan contro nessuno, solo noi, la nostra presenza e la nostra unione”. Un messaggio forte quello del raduno, che si è concluso in serata sulle note della ormai consuetudinaria “Bella ciao” e al grido di “Savona non si Lega”. Slogan che assume un tono ancora più particolare nella città del ponente ligure, governata da una maggioranza di centrodestra.

Il commento di Matteo Salvini

Qualche ora prima dell’inizio della manifestazione era stato proprio Matteo Salvini ad esprimersi in maniera stranamente positiva in merito al fenomeno sardine. In diretta ai microfoni della trasmissione radiofonica Radio anch’io l’ex ministro dell’Interno aveva infatti dichiarato: “Il movimento delle sardine? A me mettono un’enorme allegria e spero siano ovunque. Tutti i ragazzi che si informano, sia con la Lega sia contro al Lega, fanno qualcosa di utile al Paese”.