Oma, Regione Toscana: presto bando per affitto o vendita azienda

Red/Gtu

Roma, 2 dic. (askanews) - Al tavolo di crisi convocato oggi da Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi per il lavoro, presenti i rappresentanti dei Comuni di Carrara e Massa, dei sindacati e il direttore risorse umane di Oma, si è fatto il punto sulla situazione dell'azienda, che fa parte dell'indotto Baker Hughes, con sedi a Massa, Avenza di Carrara e Firenze. E "Oma è un'azienda che ha potenzialità concrete, lo dimostrano le commesse ancora attive e, soprattutto, la decisione del Tribunale di accogliere, il 4 novembre scorso, la richiesta di esercizio provvisorio presentata dal curatore fallimentare".

Il rappresentante di Oma - spiega la regione - ha informato sui contenuti dell'esercizio provvisorio concesso dai giudici, sottolineando, in particolare, la facoltà riconosciuta al curatore di acquisire nuovi contratti in attesa della pubblicazione dell'avviso per l'affitto o cessione dell'azienda, per i quali sono già pervenute al Tribunale alcune manifestazioni di interesse.

L'altro passo importante, con il sostegno delle Regioni Toscana e Abruzzo, dove si trovano altri stabilimenti di Oma, sarà quello di attivarsi presso il Ministero del lavoro per ottenere, anche in regime di esercizio provvisorio, la cassa integrazione (sono attualmente 33, su circa 160 dipendenti in Toscana, i lavoratori usciti dal ciclo produttivo).(Segue)