All’ombra dell’omicidio Abe, il Giappone al voto per il Senato

featured 1628133
featured 1628133

Roma, 10 lug. (askanews) – Gli elettori giapponesi hanno iniziato a votare per rinnovare la metà della Camera alta del Parlamento (il Senato), un voto ampiamente oscurato dalla brutale uccisione dell’ex primo ministro Shinzo Abe. “Non dobbiamo cedere alla violenza” è stato l’appello del premier giapponese Fumio Kishida, il cui Partito liberal-democratico (Pld) è favorito, per recarsi alle urne.

“Il mio voto sulla questione della sicurezza nazionale, perché abbiamo ora la guerra in Ucraina. Ho messo anche l’accento sull’istruzione e le politiche di sostegno ai bambini, perché ho un bambino”, afferma a France Presse un’elettrice di Tokyo, Chisato Hashimoto.

“Osservando il mondo oggi, ogni giorno penso a come il Giappone possa gestire la situazione attuale. Il mondo cambia radicalmente, come vedete con l’invasione russa in Ucraina. Voglio che il governo diventi sempre più stabvile affinché il Giappone possa essere un paese davvero indipendente”, aggiunge un altro elettore, Takao Sueki.

“L’economia mondiale è in piena stagnazione. Anche in giappone, non vediamo i nostri stipendi aumentare. Assistiamo a delle crisi finanziarie in diversi campi. Se non lavoriamo per sviluppare la nostra economia, il Giappone affonderà sempre di più”, dice l’elettore Shigeru Kato.

(IMMAGINI FRANCE PRESSE)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli