Ombrello blocca la porta: impiegati fuori dall’ufficio per due giorni

ombrello blocca porta

È davvero incredibile quanto successo ai dipendenti di una società di Washington DC. Tornati sul posto di lavoro dopo il week end, nessuno è riuscito ad entrare in ufficio per colpa di un ombrello.

Fuori dall’ufficio per colpa di un ombrello

Dopo essere caduto dall’appendiabiti, un ombrello si è posizionato in modo tale da riuscire a bloccare la porta scorrevole. Nessuno degli impiegati, quindi, è potuto entrare in ufficio per ben due giorni. Come raccontato a Vice da Mike Ponticelli, proprietario dell’ombrello: “È stato assurdo. Il modo in cui era caduto l’ombrello era geometricamente perfetto. La porta non si sarebbe mai mossa. Abbiamo provato appendiabiti, abbiamo provato le dita, abbiamo provato a incastrarlo, abbiamo provato a raccoglierlo. […] È stato come vivere una versione ridotta de “La spada nella roccia”: tutti pensavano di poter aprire la porta se solo gli altri lo avessero lasciato tentare”.

A testimoniare quanto accaduto ci ha pensato Neeraj Agrawal, un amico di Ponticelli, che su Twitter ha pubblicato le foto della vicenda. A corredo dello scatto la seguente didascalia: “Tutta la compagnia del mio amico è chiusa fuori dal suo ufficio WeWork perché un ombrello è caduto, bloccando la porta. Nessuno può capirlo. È stato così per due giorni“.

Un tweet che ha immediatamente attirato l’attenzione di molti utenti, che hanno iniziato a dare i consigli più disparati su come fare a liberare l’ombrello. Qualcuno ha suggerito di fare un buco nella porta, altri di fare un buco nel muro accanto, oppure di inserire un filo metallico attraverso la fessura della porta. “Le persone su Twitter continuavano a dare suggerimenti, ma nessuno di questi metodi ha funzionato“, ha quindi commentato Ponticelli a Vice.

Gli impiegati dell’ufficio in questione sono quindi rimasti fuori dall’ufficio per due giorni. A risolvere la situazione ci ha poi pensato un ingegnere chiamato appositamente dalla società. Il risultato finale è stato un foro praticato nel soffitto e l’utilizzo di un filo metallico per spostare l’ombrello. Gli impiegati in questo modo sono riusciti finalmente a ritornare sul loro posto di lavoro.