Omelia 'no vax' a fine anno, parrocchiani in rivolta

·1 minuto per la lettura

AGI - E' diventata un caso l'omelia 'no vax' del parroco di Casorate Primo, a nord di Pavia. Nella messa del tardo pomeriggio dell'ultimo dell'anno, don Tarcisio Colombo ha fatto un bilancio delle cose negative del 2021 e avrebbe criticato apertamente la linea del governo sui vaccini. Le sue parole hanno indotto diversi fedeli ad alzarsi e a lasciare per protesta la chiesa di San Vittore martire mentre lui ha portato regolarmente a termine la celebrazione.

Alcuni parrocchiani hanno poi segnalato l'episodio all'arcidiocesi di Milano da cui dipende il sacerdote, ha riferito La Provincia Pavese. La diocesi ha sottolineato di avere "una posizione netta e chiara a favore dei vaccini, del green pass e della politica del governo per contrastare il Coronavirus", e ora sta accertando il contenuto dell'omelia.

Don Tarcisio, non nuovo alle polemiche (in passato avrebbe fatto mettere nel bollettino parrocchiale un articolo contro Greta Thunberg), ha risposto alle critiche affermando che
"bisogna sapere ascoltare anche chi ha un'opinione diversa dalla propria". "Se in questa fase storica si dice qualcosa di diverso sulla pandemia rispetto al sentire comune si viene additati come no vax", ha lamentato. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli