Omicidi Roma, si cerca ancora arma: il punto sulle indagini

(Adnkronos) - E’ stata ritrovata a Roma l’auto, una Toyota Iq, con cui Giandavide De Pau, il cinquantunenne accusato dell'omicidio delle tre donne uccise giovedì scorso nel quartiere Prati a Roma, è arrivato in via Riboty, dove sono state uccise le due cinesi. Secondo quanto emerso dall’analisi delle immagini di videosorveglianza De Pau con la stessa auto si è poi spostato in via Durazzo dove è stata accoltellata a morte la colombiana sessantacinquenne Marta Castano Torres.

Sull’auto sono iniziati gli accertamenti anche alla ricerca dell’arma, presumibilmente uno stiletto, finora non trovata. Analisi sono in corso anche sui vestiti che indossava De Pau quando è stato individuato a casa della madre e della sorella in zona Ottavia e sul cellulare che è stato ritrovato nell’appartamento al primo piano di via Riboty.

A De Pau la procura di Roma, guidata dal procuratore di Roma Francesco Lo Voi, contesta il triplice omicidio aggravato. Per fare il punto sulle indagini in queste ore è in corso un incontro a piazzale Clodio tra inquirenti e gli investigatori della Squadra mobile.

Intanto si scava anche nel passato di De Pau, alla ricerca di eventuali altri fatti di sangue. Gli investigatori, coordinati dalla Procura di Roma, stanno passando al setaccio il cellulare del 50enne, ritrovato nell’appartamento in via Riboty dove sono state uccise le due cinesi, per verificare eventuali collegamenti con altri fatti legati al mondo della prostituzione e mai riso