Omicidio Aci Trezza, parla il padre di Vanessa

·2 minuto per la lettura
omicidio aci trezza
omicidio aci trezza

Sul terribile omicidio di Aci Trezza, in cui Tony Sciuto ha ucciso l’ex fidanzata Vanessa Zappalà, ha parlato il padre della ragazza: “Con le leggi giuste si sarebbe potuto evitare l’omicidio di mia figlia”.

Omicidio Aci Trezza, il padre di Vanessa: “L’ha uccisa con 7 colpi di pistola”

Nelle parole di Carmelo Zappalà, padre della ragazza uccisa dall’ex fidanzato ad Aci Trezza, c’è tanto dolore e la voglia di fare giustizia per tutte le ragazze che hanno fatto la fine di sua figlia. “Era convinto di essere un padre-padrone“: così il padre di Vanessa Zappalà ha definito Tony Sciuto, l’omicida di sua figlia, uccisa brutalmente dal ragazzo con una pistola calibro 7,65. Come raccontano gli amici di Vanessa che hanno assistito all’omicidio, è stata una vera e propria esecuzione: la ragazza è stata colpita da 7 colpi di pistola, esplosi da Tony Sciuto che poi si è tolto la vita.

Omicidio Aci Trezza, il padre di Vanessa: “Con le giuste leggi si sarebbe potuto evitare”

Una fine terribile, quella di Vanessa, raccontata da un padre a cui non rimane altro che il dolore: “Lei ha cercato di scappare, lui l’ha presa per i capelli e le ha sparato”, sono le parole di Carmelo Zappalà. Oltre al dolore, però, c’è la rabbia, per le leggi che lui ritiene insufficienti a proteggere le vittime di stalking e maltrattamenti come sua figlia. “Con le leggi giuste si sarebbe potuto evitare l’omicidio di mia figlia, ma anche quelli che ci sono stati e quelli che verranno dopo, perché ancora ce ne saranno” commenta Carmelo Zappalà. Il tema è stato commentato anche dalla procuratrice aggiunta di Catania Marisa Scavo: “Non aumentare il minimo della pena a due anni per il reato di stalking è un limite enorme, perché ci impedisce di effettuare il fermo nei casi in cui non c’è flagranza”.

Omicidio Aci Trezza, i funerali di Vanessa dopo l’autopsia

Intanto si sono svolti nella Chiesa Madre di San Giovanni La Punta i funerali di Tony Sciuto, mentre quelli della 26enne si terranno dopo l’autopsia, come disposto dalla Procura. Ad Aci Trezza, intanto, amici e conoscenti della ragazza la ricordano con incontri e fiaccolate, sperando che un caso del genere non capiti più.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli