Omicidio ad Avellino: accoltella un uomo di 53 anni e fugge

·1 minuto per la lettura
Dipendente fca ucciso avellino
Dipendente fca ucciso avellino

Tragedia nella tarda serata di venerdì 23 aprile 2021 ad Avellino, dove un dipendente della Fca di Pratola Serra è stato ucciso a coltellate davanti alla moglie e alle due figlie: quando i soccorritori sono giunti nella sua abitazione era ancora vivo ma poco dopo essere arrivato in ospedale è sopraggiunto il decesso.

Dipendente Fca ucciso ad Avellino

L’episodio ha avuto luogo poco prima delle 23. Secondo le prime ricostruzioni un giovane col volto coperto è riuscito ad entrare nella casa di Aldo Gioia, questo il nome della vittima, sferrare diversi fendenti con un grosso coltello nella direzione di quest’ultimo e fuggire. Non è noto esattamente cosa sia successo, se si sia trattato di una rapina finita male o di una lite familiare.

Immediata la chiamata ai sanitari del 118 che, giunti sul posto, hanno constatato le gravi condizioni dell’uomo e gli hanno fornito le prime cure mediche. Lo hanno poi trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso dell’ospedale Moscati di Avellino dove il 53enne è morto poco dopo l’arrivo.

Presenti sul posto anche gli agenti della squadra mobile, della questura e della polizia scientifica che hanno effettuato i rilievi utili a ricostruire la dinamica dell’accaduto e interrogato i familiari presenti al momento dell’omicidio. La moglie e le figlie, sotto shock per aver assistito al dramma, non hanno saputo descrivere con precisione quanto successo perchè ancora sconvolte dai fatti. Intanto gli invetigatori cercano l’arma del delitto e l’autore dell’omicidio e stanno verificando se nell’appartamento erano presenti altre persone per capire se Aldo fosse il vero obiettivo.