Omicidio Antonietta Canu, svolta nelle indagini

·1 minuto per la lettura
Omicidio Antonietta Canu, svolta nelle indagini
Omicidio Antonietta Canu, svolta nelle indagini

Omicidio Antonietta Canu, ora è indagato il nipote. Il nuovo sospetto è che si tratti dell’ennesimo caso di femminicidio per quanto riguarda la morte dell’anziana di 71 anni, scomparsa da casa lo scorso 13 agosto 2021 ad Alghero, in Sardegna.

Omicidio Antonietta Canu, indagato il nipote

Il corpo esanime di Antonietta Canu è stato ritrovato il 4 settembre 2021 in avanzato stato di decomposizione, presso un terreno incolto poco distante dalla sua casa, nella borgata di Maristella. Ieri, 15 settembre 2021, è stata eseguita l’autopsia come da prassi, per cercare di accertarne le cause della morte. Secondo quanto emerso in prima battuta, ci sarebbero elementi per avanzare l’ipotesi di un omicidio.

Il nipote indagato per l’omicidio Antonietta Canu, racconti sospetti

Nel caso sulla morte della signora Canu c’è quindi un indagato, si tratta di Antonio Cataldi, 34 anni, suo nipote. L’uomo è ora assistito dall’avvocata Valentina Porcu, nominata d’ufficio per lui. Secondo alcune indiscrezioni, aveva destato sospetti sin dall’inizio dell’inchiesta condotta dai Carabinieri di Alghero, soprattutto per quanto riguarda un racconto poco convincente circa la ricostruzione delle prime fasi della scomparsa di Antonietta.

Omicidio Antonietta Canu, accuse per il nipote indagato

A stabilire l’iscrizione nel registro degli indagati del nipote dell’anziana, il magistrato titolare dell’inchiesta, il sostituto procuratore Enrica Angioni. Le accuse veramente sono pesanti, si parla di omicidio volontario.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli