Omicidio Bologna, uomo ucciso a coltellate: due persone fermate

omicidio bologna

Nella mattinata di mercoledì 28 agosto, intorno alle ore 11:45, Nicola Rinaldi, un uomo di 28 anni, è stato trovato in una pozza di sangue sulla strada. L’omicidio è avvenuto in seguito a una lite nella città di Bologna. Ad allertare i soccorsi sarebbero stati alcuni vicini di casa. Infatti, Nicola è stato ucciso a circa dieci metri dalla sua abitazione, in via Lodovico Frati, alla periferia di Bologna, in zona Pilastro. La Polizia avrebbe fermato, infine, due persone: una di queste sarebbe il presunto colpevole. Si tratta, secondo le prime informazioni, di un 58enne bolognese, forse un vicino di casa di Nicola.

Omicidio Bologna, uomo ucciso a coltellate

Secondo le primissime ricostruzioni, l’omicidio avvenuto nelle strade di Bologna si sarebbe consumato intorno alle 11:45 di oggi, mercoledì 28 agosto. Un uomo di 28 anni, Nicola Rinaldi, è stato ucciso a coltellate da un 58enne (forse un vicino di casa). Ad accorgersi del corpo del giovane, in una pozza di sangue, sono stati i vicini: il 28enne è morto a pochi metri da casa sua. All’arrivo dei soccorsi, inoltre, sono stati vani i tentativi di salvataggio: Nicola è morto poco dopo l’aggressione. Secondo quanto riferiscono i pochi testimoni della scena, in via Frati ci sarebbe stata una piccola lite sulla strada che avrebbe scatenato gli animi. Improvvisamente è spuntato un coltello che ha trafitto il corpo di Nicola, ferendolo brutalmente.

I soccorsi e le indagini

Gli agenti della Polizia giunti rapidamente sul posto hanno fermato a poca distanza due persone: tra queste ci sarebbe il presunto killer. Uno dei due uomini, infatti, avrebbe confessato l’omicidio. Il clima in via Lodovico Frati resta molto teso: nel frattempo, però, proseguono i rilievi e le indagini.