Omicidio Dalmine, arrestato figlio Colleoni: "Una lite, poi non ricordo"

webinfo@adnkronos.com

"Ho avuto una colluttazione, poi non ricordo più nulla". E’ l’ammissione davanti ai Carabinieri di Francesco Colleoni, il 34enne arrestato per l'omicidio del padre Franco Colleoni, ristoratore e segretario provinciale della Lega fino al 2004, ucciso ieri a Dalmine, in provincia di Bergamo.

Secondo una prima ricostruzione all'origine della tragedia ci sarebbero dissidi familiari e un rapporto conflittuale tra i due, acuito ultimamente dalle liti sulla gestione del ristorante 'Il Carroccio', in cui lavoravano insieme.