Omicidio di un georgiano, Berlino espelle due diplomatici russi

Sim

Roma, 4 dic. (askanews) - La Germania ha espulso due diplomatici russi dopo che che la magistratura tedesca ha dichiarato di aver raccolto prove sufficienti sul coinvolgimento dello Stato russo o delle autorità cecene nell'omicidio di un richiedente asilo georgiano, avvenuto lo scorso agosto a Berlino.

Stando a quanto riportato dai media tedeschi, il ministero degli Esteri ha annunciato l'espulsione dei due diplomatici, denunciando la mancata collaborazione alle indagini da parte delle autorità russe, nonostante le ripetute richieste di Berlino.

Il 23 agosto, in pieno giorno, un georgiano della minoranza cecena del Paese di 40 anni, identificato come Zelimkhan Khangoshvili, è stato ucciso da tre proiettili con un'arma dotata di silenziatore in un parco del centro della capitale.