Omicidio Diabolik, lunedì i nomi dei presunti mandanti

(Photo by Matteo Ciambell via Getty Images)

Si attendono nuovi risvolti sulle indagini per l'omicidio di Fabrizio Piscitelli, noto come Diabolik, il capo ultras degli Irriducibili della Lazio ucciso al parco degli Acquedotti lo scorso 7 agosto.

Domani è previsto un nuovo interrogatorio per Fabio Gaudenzi, ex braccio destro di Massimo Carminati, arrestato lunedì scorso. L'uomo, secondo quanto trapela, avrebbe fatto sapere di voler parlare con chi si occupa dell'inchiesta sull'omicidio Piscitelli perché informato dei fatti. Gaudenzi, secondo quanto riferito dal proprio avvocato Marco Petrelli, sarebbe stato minacciato di morte al suo arrivo in carcere la scorsa settimana e il pregiudicato già da tempo temeva di essere il prossimo nome da far fuori.

Una volta consegnatosi alle forze dell'ordine, che lo hanno arrestato lunedì per detenzione di armi da guerra, Gaudenzi si era avvalso della facoltà di non rispondere volendo parlare solo con il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri, noto per le sue inchieste contro la 'ndrangheta.