Omicidio in diretta su Facebook. Caccia all’uomo negli Usa

Uccide un anziano in diretta su Facebook. E dichiara alla polizia di essere l’autore di altri 13 omicidi. È caccia all’uomo a Cleveland, in Ohio, negli Stati Uniti.

Il sospetto, Steve Stephens, ha registrato anche la telefonata nella quale confessa alle forze dell’ordine una serie di uccisioni. La vittima, la cui morte è andata in diretta sul social network, era un anziano, avvicinato a caso per strada ed ucciso con un colpo di pistola alla testa esploso a bruciapelo. Subito dopo l’assassino si è dato alla fuga ed ha interrotto la connessione streaming.

Calvin Williams, Capo della polizia di Cleveland: “Al momento non ci sono altre vittime che siamo in grado di collegare al sospetto. Abbiamo verificato varie località citate nel post o sulle quali abbiano trovato informazioni e per il momento non ci sono altre vittime che possiamo collegare a Steve Stephens” ha detto Williams.

Il sospetto, pelle nera, barba folta e testa rasata, sarebbe alla guida di un SUV bianco con targa temporanea. La polizia raccomanda di non avvicinarlo e di contattare immediatamente il 911.

Nel video, immediatamente rimosso dal social network, l’omicida declina le proprie generalità e cita il nome di una donna con la quale avrebbe interrotto una relazione.

Actual photo of Steve Stephens, homicide suspect’s, actual vehicle. Please call 9-1-1 if seen. Plate not yet available. pic.twitter.com/hn8a8nQEAP— Cleveland Police (@CLEpolice) 16 aprile 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità