Omicidio Kim Jong-nam: ultimatum, l’ambasciatore nordcoreano deve lasciare la Malesia

Stanno per scadere le 48 ore di ultimatum date dal ministero degli esteri malese all’ambasciatore nordcoreano a Kuala Lumpur che deve lasciare il Paese perché ritenuto “persona non gradita”. La decisione è arrivata dopo le critiche espresse dal diplomatico di Pyongyang sulle indagini condotte dalla polizia malese. L’ambasciatore Kang Chol ha dichiarato che la Corea del nord “non può fidarsi” della Malesia a causa della gestione “politicizzata” dell’inchiesta sull’omicidio del fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un. Le autorità della Malesia hanno bollato le sue esternazioni sono “prive di fondamento e lesive della reputazione del paese”. Sale la tensione tra i due paesi dopo il presunto omicidio all’aeroporto di Kuala Lumpur 13 febbraio di Kim Jong-nam, fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un. Kim Jong-nam. Due ragazze hanno versato sul suo volto un gas tossico e sono state incriminate per omicidio, rischiano la pena di morte.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità