Omicidio Luca Sacchi, trovata cocaina nell’auto di Paolo Pirino

omicidio luca sacchi paolo pirino droga auto

Nuova svolta nelle indagini sull’omicidio di Luca Sacchi, dopo le recenti misure cautelari a carico di cinque persone coinvolte, tra cui la fidanzata Anastasia Kylemnyc. I Carabinieri del nucleo investigativo di Roma hanno perquisito l’auto di Paolo Pirino, in cui sono stati rinvenuti 31 grammi di cocaina. Pirino è stato arrestato con l’accusa di omicidio, insieme a Valerio Del Grosso.

Omicidio Luca Sacchi, l’auto di Pirino

La droga era nascosta nel passaruota anteriore dell’auto di Paolo Pirino, una Smart ForFour che il giovane romano ha noleggiato dopo dopo l’omicidio di Luca Sacchi. L’avrebbe scelta per sostituirne una, dello stesso modello, rimasta danneggiata nella fuga insieme a Del Grosso. Pirino avrebbe poi utilizzato la vettura per recarsi dai parenti a Torpignattara.

Il ritrovamento è avvenuto nel corso degli accertamenti eseguiti in via Selci disposti dall’Autorità Giudiziaria. Secondo gli inquirenti, si tratta di una quantità di cocaina eccessiva per essere considerata per uso personale. Gli stupefacenti erano suddivise in bustine, con tutta probabilità pronte per essere smerciate da Pirino e Del Grosso. La droga è stata posta sotto sequestro dai Carabinieri.

I genitori di Luca allo stadio

C’erano anche Alfonso e Tina, i genitori di Luca Sacchi, sugli spalti dello stadio per assistere al match tra Lazio e Udinese. Sulle loro magliette, un ultimo saluto al figlio scomparso a soli 24 anni: “Ciao Luca”. Alla coppia ha reso omaggio – consegnando un mazzo di fiori – anche Ciro Immobile.