Omicidio Meredith, stoccata di Sollecito: "Guede libero? Dispiace non si sia pentito"

·1 minuto per la lettura
Rudy Guede (C) is escorted from the courthouse at the end of his appeal against the sentence he received in the Meredith Kercher murder trial, in Perugia December 21, 2009.  Guede, the Ivorian youth accused of complicity, along with Amanda Knox and Raffaele Sollecito, in the November 2007 murder of British student Kercher was sentenced to 30 years in jail in October 2008 and his appeal verdict is expected to arrive later Tuesday.  REUTERS/Alessandro Bianchi (ITALY - Tags: CRIME LAW)
REUTERS/Alessandro Bianchi

Rudy Guede, l'unico condannato per l’omicidio di Meredith Kercher del novembre del 2007 a Perugia, è un uomo libero. L'ha deciso quest'oggi il magistrato di sorveglianza di Viterbo gli ha concesso la liberazione anticipata.

Guede, che ha scontato 16 anni di pena e sarebbe stato libero dal 4 gennaio 2022, è stato scarcerato per fine pena. Attualmente è affidato ai servizi sociali, ma la scarcerazione non è di certo passata inosservata a uno dei protagonisti delle vicende più controverse del crimine in Italia. Parliamo di Raffaele Sollecito, assolto insieme ad Amanda Knox per l'omicidio della giovane britannica.

LEGGI ANCHE - Omicidio Meredith, Rudy Guede torna libero. La svolta

“Mi dispiace solo che non si sia mai pentito di quello che ha fatto, di aver ammazzato una povera ragazza. Mi dispiace che sono stato quattro anni in carcere e io e Amanda abbiamo rischiato di essere condannati a una pena per una cosa che non abbiamo fatto anche grazie alle sue bugie” ha detto Sollecito, mandando una stoccata all'uomo.

Sollecito, che dopo l'assoluzione ha provato a voltare pagina e rifarsi una vita, ha poi dichiarato: “Davanti alla televisione ha cambiato le sue dichiarazioni cercando di mettere in mezzo la mia figura e quella di Amanda in questo delitto”.

VIDEO - Lacrime e accuse, Amanda Knox: "Guede uccise Meredith"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli