Omicidio a Milano: uomo uccide una donna e cerca di travolgere polizia

omicidio a Milano

Notte di sangue nella città meneghina, dove Adriana Signorelli, 59 anni, è stata ritrovata senza vita in un appartamento in via San Giacomo. Proseguono le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Milano. Diverse coltellate inflitte alla schiena della donna non le avrebbero lasciato scampo. Il marito della 59enne, Aurelio Galluccio, pregiudicato di 65 anni, è l’indiziato numero uno. Ad aggravare la sua posizione sarebbero i comportamenti violenti avuti in famiglia negli anni dietro. Un movente familiare avrebbe aizzato la furia assassina dell’uomo, fino a commettere l’omicidio a Milano, intorno alle 2 della notte tra sabato 31 agosto e domenica 1 settembre.

Omicidio a Milano, la dinamica

A dare l’allarme è stata la figlia della donna, spaventata dalla porta bloccata che non le consentiva di entrare nell’abitazione. Immediato l’intervento dei soccorritori del 118, giunti con i pompieri e insieme alla polizia. Il presunto assassino ha cercato di far perdere le tracce fuggendo in auto. Nella sua folle fuga, l’uomo ha cercato di investire alcuni agenti di polizia, andando fuori strada. Il killer è finito sull’aiuola sotto casa, dove la sua Citroen C3 grigia è ancora ferma. L’uomo è stato portato all’ospedale San Paolo di Milano, informa MilanoToday.it. Per lui è scattato il fermo con l’accusa di tentato omicidio dei poliziotti, intanto è sorvegliato a vista all’interno della struttura ospedaliera.

Proseguono le indagini svolte dai detective della Sezione omicidi, guidati da Lorenzo Bucossi. Con loro collabora la polizia Scientifica. Si lavora per ricostruire l’esatta dinamica dell’omicidio e chiarire il vero motivo che avrebbe indotto il marito Aurelio Galluccio ad aggredire la donna, uccidendola a coltellate. Stando a quanto reso noto da MilanoToday, pare che il 65enne non vivesse in quella casa da ormai diverso tempo.