Omicidio nel Foggiano, corpo di un 57enne trovato in cantiere edile

·2 minuto per la lettura
Carabinieri
Carabinieri

Il corpo di un uomo di 57 anni è stato trovato senza vita questa mattina, sabato 20 novembre, in un cantiere edile di San Severo, in provincia di Foggia. Qualche ora dopo si sarebbe costituito il suo datore di lavoro.

Omicidio a San Severo, corpo di un 57enne trovato in cantiere edile

Nella mattinata di oggi, sabato 20 novembre, alcuni passanti hanno rinvenuto il corpo di un uomo di 57 anni nella zona dell’ospedale. Subito è scattato l’allarme, chiedendo l’intervento del 112 all’interno di un cantiere, in via Cannelonga, fra viale Due Giugno e la villa Comunale, a San Severo. Qui sono giunti i sanitari del 118 e i carabinieri della compagnia di San Severo. I sanitari, purtroppo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, Bonifacio Bottacchio.

Omicidio a San Severo, prime ricostruzioni dei fatti

In base ad una prima ricostruzione dei fatti, il 57enne, incensurato e senza fissa dimora, sarebbe stato ucciso con una profonda ferita alla testa. Quest’ultima molto probabilmente dovuta ad un colpo sferrato con un attrezzo da lavoro. Sempre stando alle prime indiscrezioni, all’origine di questo gesto un litigio per questioni lavorative o comunque di carattere economico.

Omicidio a San Severo, si costituisce datore di lavoro

I militari hanno quasi fin da subito escluso legami della vittima con la criminalità, ipotizzando che l’omicidio possa essere scaturito al termine di un litigio. Poche ore dopo si è costituito un imprenditore di 35 anni con cui la vittima avrebbe avuto un rapporto di lavoro durato qualche mese.

I due avrebbero avuto una lite per questioni lavorative, poi sfociata, purtroppo, nell’omicidio. Al momento Carabinieri e Polizia proseguono con le indagini, in modo tale da accertare cosa realmente accaduto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli