Omicidio Novara, il fermato su Fb: "Fatto una cazzata per amore"

Sav

Roma, 26 ago. (askanews) - "Voglio scusarmi con tutti, ho fatto una cazzata per amore, ho scoperto troppe cose dal mio migliore amico, non potevo continuare in questo modo, sono stato preso in giro... Nella mia vita ho commesso troppi errori e il mio errore più grande è questo...". Lo ha scritto sul suo profilo Facebook Alberto Pastore, il giovane di 23 anni fermato dai carabinieri con l'accusa di aver ucciso a coltellate un coetaneo durante una rissa avvenuta nella notte nel Novarese, nei pressi di un locale a Comignago.

Il post è stato pubblicato intorno alle 2.30 di notte, poco prima che venisse rintracciato dai carabinieri: "Mi mancherete tutti - si legge ancora sul social - papà ti voglio solo dire che sei stato un padre fantastico, anche a te mamma che ti sei sempre preoccupata ultimamente Erika mi sei stata di grande aiuto... Voglio ringraziare con il cuore Valentina Cometti che mi e stata vicina sempre da quando ci conosciamo da bambini, voglio ringraziare mia zia Patrizia, mio nonno... E le persone che mi volevano bene e che sicuramente molti non mi riconosceranno più come prima... È stata colpa di Yoan Leonardi... Mi dispiace a tutti", conclude.