Omicidio a Paternò: uccide il fratello per denaro

omicidio paternò

L’omicidio è avvenuto nella notte tra giovedì 17 e Venerdì 18 Ottobre 2019 a Paternò, comune in provincia di Catania, in Sicilia. Andrea Befumo, 34 anni, avrebbe ucciso il fratello Paolo, 40, sparandogli contro quattro colpi di arma da fuoco.

L’omicidio sarebbe avvenuto al termine dell’ennesima lite scaturita in seguito alla richiesta di denaro da parte dell’omicida verso la vittima. Secondo le prime informazioni trapelate, infatti, Andrea Befumo sarebbe tossicodipendente. La tragedia è avvenuta in via Pergusa.

Omicidio a Paternò: spara al fratello

I Carabinieri sono giunti immediatamente sul posto e hanno provveduto ad arrestare l’uomo con l’accusa omicidio: avrebbe ucciso il fratello utilizzando una rivoltella calibro 38 detenuta legalmente sparandogli al volto e al petto. Alcuni testimoni hanno affermato di aver visto i due fratelli, nel corso della serata, litigare in un pub di Paternò. Poi, poco prima della mezzanotte, Andrea avrebbe raggiunto Paolo nella sua casa. In quel luogo sarebbe avvenuto l’omicidio. Sulla vicenda indagano i Carabinieri della compagnia di Paternò.

Paolo Befumo, rimasto gravemente ferito, è stato portato con urgenza all’ospedale Santissimo Salvatore. Purtroppo, ogni tentativo dei medici di salvargli la vita si è rivelato inutile: l’uomo è morto poche ore dopo il ricovero. Suo fratello, rintracciato subito dalle forze dell’ordine, è stato dichiarato in stato di arresto e condotto nella casa circondariale di piazza Lanza a Catania.