Omicidio a Portici: uomo ucciso in una tabaccheria

omicidio portici

Momenti di grande paura questa mattina a Portici per un omicidio avvenuto in pieno giorno in una tabaccheria. La vittima è un 38enne che risponde al nome di Ciro D’Anna: gli inquirenti stanno vagliano tutte le piste, compreso un regolamento di conti per Camorra. Stando alle prime ricostruzioni la vittima sarebbe stata uccisa a colpi di pistola.

Omicidio a Portici

Una serie di spari in pieno giorno, in un strada centrale e trafficata, all’interno di una tabaccheria. È questo il quadro di ciò che è accaduto nella mattinata di lunedì 23 dicembre a Portici, Napoli. La Polizia sta portando a termine i rilievi dopo aver transennato e messo in sicurezza la zona dei fatti. La dinamica è in corso di definizione ma l’identità della vittima è già stata resa nota: si tratta del 38enne Ciro D’Anna raggiunto da diversi colpi. Inutile qualsiasi tentativo di rianimazione: è morto prima che i soccorritori potessero trasportarlo in ospedale per le cure d’urgenza.

Indaga la Polizia

Sul posto sono arrivati gli uomini della Polizia di Stato che hanno eseguito i rilievi all’interno della tabaccheria. Stando a fonti investigative, il 38enne era già noto alle forze dell’ordine e sarebbe vicino al clan Vollaro di Portici. Ci sarebbero tutti gli elementi per pensare ad un agguato di Camorra, anche se le indagini faranno il loro corso e non è esclusa alcuna ipotesi. A sparare sarebbero state due persone in scooter, con il volto coperto da caschi integrali. I colpi, almeno 5, avrebbero raggiunto la vittima alla schiena.