Omicidio Reggio Emilia, l’identikit dell’assassino: l’uomo è in fuga

Omicidio Reggio Emilia, l’identikit dell’assassino: l’uomo è in fuga

Le forze dell’ordine, tramite il proprio sito ufficiale, ha reso noto l’identikit dell’omicida della giovane ragazza di soli 25 anni che ha perso la vita mentre stava lavorando all’interno del proprio bar. Secondo le prime ricostruzioni, l’aggressore sarebbe entrato all’interno del ‘Moulin Rouge’, situato in via XX settembre, nella periferia di Reggio Emilia, e avrebbe accoltellato più volte la barista di origini cinesi, Hui Zhou. Dopo l’aggressione, l’uomo si sarebbe dato immediatamente alla fuga.

La polizia di Reggio Emilia, dopo aver interrogato i testimoni ed aver analizzato le immagini di alcune telecamere di sicurezza, avrebbero individuato l’omicida. L’uomo sarebbe un trentaquattrenne di origine marocchina il quale non ha fissa dimora. L’ultimo avvistamento è stato fatto nei pressi del liceo Moro, a pochi passi dalla scena del crimine. Le forze dell’ordine sono sulle sue tracce: la localizzazione rimane tuttora molto difficile da eseguire.

La questura emiliana ha diramato l’ordine di cattura nei confronti dell’uomo in tutta Italia: anche le guardie frontaliere sono state prontamente avvisate.

Omicidio di Reggi Emilia: le dinamiche

L’uomo sarebbe entrato all’interno del bar farfugliando parole senza senso e avrebbe accoltellato a più riprese la giovane barista. La vittima sarebbe morta sul colpo: inutili sono stati gli interventi dell’ambulanza del 118. “È entrato questo tizio, è andato dietro al bancone, ha detto delle cose a lei e poi ha iniziato a colpirla con un coltello. Sette, otto volte”, ha raccontato uno dei testimoni presente al momento dell’aggressione.

Da chiarire anche il movente: le forze dell’ordine sembrano voler escludere l’ipotesi dell’estorsione o della rapina. Al momento, quella più accreditata sembra essere la pista passionale.